Otoplastica

Le cosiddette “orecchie a sventola”  sono un problema che può creare disagio a tutte le età. I bambini vengono presi in giro dai compagni, gli adulti (sia maschi che femmine) non possono scegliere liberamente taglio o acconciatura dei capelli per la necessità di nascondere il difetto.
L’otoplastica è l’intervento che permette di risolvere una volta per tutte il problema senza lasciare cicatrici visibili e con un miglioramento assolutamente efficace.
  L'otoplastica viene di solito eseguita in anestesia locale e senza bisogno di ricovero. L’intervento deve tuttavia essere eseguito in una sala operatoria adeguata per garantire la sicurezza dei pazienti.

L’INTERVENTO

Dopo avere pianificato quali siano le problematiche da correggere (se solo una eccessiva grandezza della conca, la parte più centrale dell’orecchio o anche una mancanza o insufficienza dell’antelice, quella che condiziona una divaricazione della parte alta delle orecchie) si inizia l’intervento eseguendo una infiltrazione di anestetico locale con vasocostrittore in tutta la regione posteriore delle orecchie.
Si procede poi all’incisione cutanea ed all’asportazione di una ellisse di cute dalla parte posteriore delle orecchie in corrispondenza del solco retroauricolare (la parte più nascosta, dove finiscono le stanghette degli occhiali) In questo modo si arriva alla cartilagine dell’orecchio che è la vera responsabile della sua forma.
A seconda delle necessità, si rimuove una parte della cartilagine della conca e si crea, sempre stando sulla parte posteriore dell’orecchio, la piega che corrisponde all’antelice.
A questo punto si fissa l’antelice con alcuni punti che costruiscono la piega nel punto giusto e si avvicina la conca, il corpo dell’orecchio, con alcuni punti all’osso della testa che sta subito dietro all’orecchio, la mastoide.
La stessa operazione si ripete sull’altro orecchio modellandolo secondo le necessità che a volte possono essere diverse perché spesso un orecchio è più “a sventola” dell’altro.
Si sutura la cute ricreando il solco retroauricolare e facendo cadere la cicatrice nel punto più nascosto.
Si applica una medicazione sulle orecchie ed una fasciatura intorno alla testa, per sostenere il tutto, che verrà mantenuta per alcuni giorni.
A questo punto, si può essere dimessi.

PREPARAZIONE

Durante le visite preoperatorie vengono affrontate tutte le questioni riguardanti l’intervento (forma delle orecchie, eventuali asimmetrie tipo di modellamento delle cartilagini) Potrebbe essere utile eseguire alcuni esami del sangue, in particolare per verificare la capacità di coagulazione del sangue.

IL GIORNO DELL’OPERAZIONE

E’ consigliabile recarsi in Clinica dopo aver lavato i capelli perché per alcuni giorni non sarà possibile farlo.
Non truccarsi, (i moderni apparecchi per  misurazione della quantità di ossigeno nel sangue funzionano anche con smalti per unghie non particolarmente coprenti). Non portare oggetti metallici indosso quando si va in sala operatoria.
Dopo la dimissione, quando passa l’effetto dell’anestesia, sarà opportuno avere a disposizione un antidolorifico per impedire che il dolore possa diventare fastidioso.

IL GIORNO DOPO L’INTERVENTO

Il giorno dopo l’intervento l’unico disagio sarà rappresentato dalla fasciatura che dovrà essere mantenuta fino alla prima medicazione (3 o 4 giorni dopo l’operazione).

ATTIVITA’ NEL PERIODO POSTOPERATORIO

È possibile svolgere con cautela qualsiasi attività, ma la fasciatura condiziona “socialmente”.
Dopo 3 o 4 giorni sarà possibile rimuovere la fasciatura e si manterrà una fascia elastica sulle orecchie solo la notte per evitare di traumattizzarle nel sonno strisciandole sul cuscino. i punti di sutura verranno rimossi dopo circa una settimana.
Per il primo mese sarà opportuno mantenere di notte la fascia sulle orecchie per proteggerle da movimenti incontrollati durante il sonno, nessun problema invece per chi indossa gli occhiali.

ALLA FINE DELLA CONVALESCENZA

Nella maggior parte dei casi dopo un paio di settimane le cicatrici sono già praticamente invisibili ed è possibile riprendere tutte le proprie attività.
A guarigione completata le orecchie saranno vicine alla testa e con una forma gradevole e naturale senza cicatrici visibili, con la possibilità di scegliere taglio di capelli e acconciatura senza condizionamenti.