Il Dott. Fabrizio Malan è specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica.
Ha lavorato fino al 1988 nel reparto di Chirurgia Plastica dell’Ospedale Mauriziano di Torino diretto dal Prof. Michele Bocca. Dal 1988 lavora presso il C.T.O. di Torino.
E’ Primario della struttura complessa di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva della Città della Salute e della Scienza di Torino.
E’ docente alla Scuola di Specializzazione in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica dell’Università di Torino.
E’ docente alla Scuola Nazionale ACOI di Chirurgia e Microchirurgia Sperimentale di Napoli
E’ Presidente eletto della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica (SICPRE)
E’ membro della American Society of Aestetic Plastic Surgery.
 E’ membro della Società Italiana di Microchirurgia.
E’ membro dell’ISAPS (International Society of Aestetic Plastic Sugery)
Consulente tecnico del Tribunale di Torino per la Chirurgia Plastica.
È vicedirettore vicario del Dipartimento di Chirurgia generale e Specialistiche della Città della Salute e della Scienza di Torino.
E’ autore di numerose pubblicazioni in tema di chirurgia Plastica e Ricostruttiva. Ha partecipato in qualità di relatore a numerosi congressi nazionali ed internazionali di Chirurgia Plastica di Microchirurgia e di Dermatologia.
Docente a numerosi corsi di perfezionamento in Chirurgia Plastica ricostruttiva, in Microchirurgia ed in Chirurgia Estetica.
Dal 1987 svolge attività libero professionale nel campo della Chirurgia Estetica e della Medicina Estetica. Esegue oltre 300 interventi chirurgici all’anno fra la Chirurgia Plastica Ricostruttiva e la Chirurgia Plastica estetica. Ha tenuto alcuni corsi workshop su tematiche di Chirurgia estetica a congressi Italiani ed esteri di Medicina e di Chirurgia Estetica.
Ha ideato alcune tecniche personali per render meno invasivi è più efficaci alcuni interventi di Chirurgia Estetica particolarmente per quanto riguarda la mastoplastica additiva eseguita in endoscopia per via ascellare, i minilifting eseguiti con cicatrici minime, l’otoplastica e la rinoplastica.